CALENDARIO EVENTI

Ottobre 2019
D L M M G V S
29 30 1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31 1 2

Home

200 ANNI E ... "SENTIRLI"

 

REALIZZATO E TRASMESSO DA TELEPACE

 Festeggiati i 200 anni della banda civica

Borgo, gran folla al concerto celebrativo con un repertorio che ha spaziato da Morricone a Piovani

BORGO VALSUGANA. Di fronte ad un Auditorium del Polo Scolastico gremito di persone, la scorsa domenica si è tenuto il concerto per il duecentesimo anniversario della Banda Civica di Borgo. Nel corso della serata, presentata da Diego Tasin e dal presidente del consiglio comunale Edoardo Rosso, sono stati eseguiti alcuni brani musicali scelti agli stessi bandisti. Più precisamente, sono stati proposti “Caribbean beat”, “Suite antica”, “Oregon”, “La vita è Bella”, “Batman”, “Gli Incredibili”, “Moment of Morricone”, “Pirati dei Caraibi” e “The blues Brothers revue”. La rassegna ha messo in luce la versatilità e la capacità sia del maestro Alessio Tasin che di tutta l’orchestra. Nel corso dello spettacolo, sono intervenuti il sindaco di Borgo Fabio Dalledonne, l’assessore comunale alla cultura Enrico Galvan, il senatore Franco Panizza ed il presidente della Federazione dei Corpi Bandistici del Trentino Renzo Braus. Per l’occasione, sono stati premiati i veterani della banda, in primis il presidente Walter Simoni. Dopo il concerto,il lauto rinfresco. (m.g.)

04 dicembre 2013 (TRENTINO)

Banda, duecento anni di musica

Fondata nel 1813, li festeggia oggi con concerto e mostra di foto

BORGO. La Banda Civica di Borgo compie 200 anni di vita. Infatti, le sue origini risalgono a fine ottobre del 1813, quando, secondo le fonti storiche, percorse per la prima volta le strade del paese per festeggiare la sconfitta subita a Lipsia dalle truppe napoleoniche. Da quel momento, le esibizioni del gruppo musicale divennero un’apprezzata costante di tutte le più importanti ricorrenze e celebrazioni religiose, spesso assieme ad altri complessi del Trentino.

Nel 1862 un devastante incendio che distrusse Borgo recò gravi danni anche alla dotazione strumentale della banda, che fu così costretta ad interrompere l’attività fino al 1870. Un nuovo arresto nell’operatività si ebbe in corrispondenza della Prima Guerra Mondiale, ma dal 1920 al 1930 il complesso raggiunse un livello di eccellenza sotto la guida del maestro Ferruccio Rigo. Un nuovo scioglimento privò Borgo della sua banda fino al secondo dopoguerra, anche se, nel frattempo, un altro sodalizio venne costituito nella frazione di Olle con la direzione del maestro Luciano Sartori. Nel 1945 il complesso si ricostituì, e al suo interno venne istituito il “Gruppo di San Prospero”, che in occasione della festa patronale suona tuttora la “Sveglia di San Prospero”. Un’ulteriore dissoluzione intervenne nel 1961 e l’attività non riprese fino al 1972, quando il gruppo assunse il nome di “Banda Sociale della Bassa Valsugana”. Nel nuovo millennio, la banda di Borgo, guidata dal maestro Alessio Tasin e dal presidente Walter Simoni, ha iniziato una collaborazione con la Scuola di musica locale, ha curato la prima edizione della rassegna bandistica di San Prospero, ha organizzato uno stage estivo intitolato “The Sound of Sella” nella Colonia Daltrozzo, si è esibita al Motor Show di Bologna, nel 2011 ha inaugurato i nuovi costumi storici tuttora in uso ed in occasione della collaborazione con l’Accademia di Santa Cecilia di Roma ha visto partecipare alcuni suoi bandisti alla grande orchestra che ha eseguito un concerto nella Arcipretale di Borgo tempo fa.

Per celebrare la sua lunga, oggi alla 20,30 all’auditorium del polo scolastico terrà un concerto e aprirà una mostra fotografica. (m.g.)

 01 dicembre 2013 (TRENTINO)

 

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen